Premi

"Premio Architettiverona 2015 - 4^ edizione"

A brick house over a stone barn (recupero del Brolo di Villa Saccomani) è l'opera vincitrice della categoria Recupero.
"Il progetto risolve in maniera riuscita il tema del recupero e adeguamento a moderni standard abitativi di un edificio di servizio a una importante villa suburbana senza cancellare le particolari stratificazioni storiche che invece vengono qui combinate in un sapiente gioco con gli elementi contemporanei. Nel fare questo si riscontra una particolare attenzione alla storia del luogo, alle tecniche costruttive e ai materiali locali. Gli interventi moderni rimangono chiaramente riconoscibili come tali ma si compongono in un insieme armonioso ed equilibrato. Il disegno degli spazi interni è teso a rapportarsi con il contesto incorniciando porzioni del paesaggio e del giardino creando interessanti prospettive che attraversano l'edificio da un lato all'altro".

"A brick house over a stone barn" selezionata per il "Premio Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana"


L'opera "A brick house over a stone barn - Una casa di mattoni sopra un vecchio fienile di pietra" è stata selezionata tra i finalisti della "Medaglia d'oro all'architettura italiana" nella Sezione del Costruire INTERNI.  

La Triennale di Milano in collaborazione con il MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo, e con il MADE expo, hanno bandito la quinta edizione del Premio Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana, evento con cadenza triennale che intende promuovere e riflettere sulle nuove e più interessanti opere e sui protagonisti che le anno rese possibili.

Piazza-Parco Castelginest di Filippo Bricolo BFA selezionata per il Premio Piccinato, Legnago, 2013


Piazza Parco Castelginest, realizzata da Filippo  Bricolo dello studio Bricolo Falsarella Associati, è stato selezionata "per il particolare interesse dell'intervento" all'interno  della categoria progettisti della settima edizione del Premio per l’Urbanistica e la Pianificazione Territoriale “Luigi Piccinato”, istituito dalla giunta regionale del Veneto. La cerimonia si è tenuta Sabato 26 Gennaio 2013 presso il  Centro Ambientale Archeologico di Legnago (Verona).

Il legnaghese Luigi Piccinato (1899-1983) è considerato il maestro dell’urbanistica in Italia e contribuì alla redazione di piani urbanistici di decine di città italiane e straniere. La Regione gli ha dedicato questo premio per promuovere i progetti, i processi amministrativi, le pratiche e le realizzazioni pubbliche e private che hanno come scopo quello di tutelare, di valorizzare e di arricchire il paesaggio e le strutture insediative del territorio veneto. Il concorso è articolato in categorie: una sezione del premio riguarda i processi, strategie e pratiche attuate da pubbliche amministrazioni; le altre sono riservate ai progettisti. La Giuria del Premio, designata dal Comitato Scientifico presieduto da Bruno Dolcetta, era presieduta da Franco Posocco.

Workshop Internazionale "Urban Industrial", Menzione "Best Innovation project", Conegnliano, 2006


Il progetto QUAP (Qualità Urbana nelle Aree Produttive) è nato dall'esigenza congiunta di Unindustria treviso e Provincia di Treviso di studiare, con un atteggiamento multidisciplinare, le aree produttive della provincia di Treviso ai fini di elaborare significativi progetti di riqualificazione. Nella fase organizzativa del workshop è stato selezionato un gruppo di 16 progettisti provenienti da 7 diverse nazioni coordinati da Marcel Smets.

Filippo Bricolo con Laurent Corroyer (Parigi, Francia), Marco Ferrari e Nicola Pagnano hanno elaborato il progetto per Paese che si è aggiudicato il premio come "Best innovation project" e per un area di 1.200.000 mq posta tra Conegliano e Vittorio Veneto. 

Giuria: Prof. Arch. Georges Descombes, Prof. Arch. Carlo Magnani, Arch. Italo Rebuli, Prof. Dr. Marcel Smets.

"Veneto 40. Giovani architetti italiani alla prova", Opera selezionata: Cantina Gorgo, Buenos Aires, 2009.


"Veneto 40. Giovani architetti italiani alla prova"
, è il titolo della mostra che la Regione del Veneto ha presentato con la collaborazione del Centro Internazionale Città d’Acqua, alla XII Bienal Internacional de Arquitectura de Buenos Aires.

Sono state selezionate quindici opere di giovani architetti italiani (in larga misura veneti) di età inferiore ai 40 anni. Si tratta di opere realizzate sul territorio veneto negli ultimi cinque anni (2004-2009) e ritenute rilevanti sia per il sapiente inserimento nella dimensione delle città che per il loro positivo rapporto con il paesaggio. Filippo Bricolo dello studio Bricolo Falsarella Associati è stato selezionato per la Cantina Gorgo.

La Bienal Internacional de Arquitectura de Buenos Aires è una delle più importanti manifestazioni del settore nel continente latinoamericano ed è molto frequentata e seguita dai media nazionali e sudamericani. Nel corso degli anni ha consentito, grazie alle esposizioni su temi differenti accompagnate da un ricco programma di conferenze e dibattiti, l’interscambio a livello internazionale di esperienze nel campo progettuale.


Workshop di architettura IUAV - Menzione speciale giuria, Venezia, 2011


"Per la poeticità nel coniugare territorio, paesaggio e memoria è stata attribuita una menzione speciale  al workshop di Filippo Bricolo, “L’ultima cima”: progetto di un museo sulla cima del massiccio del Grappa, a quota 1775m sul livello del mare, che indende portare il visitatore a riflettere sull’assurdità della guerra, ponendo l’uomo e la sua esperienza al centro dell’esposizione.

PREMIO GIOVANI ARCHITETTI DELL'ACCADEMIA DI SAN LUCA, ROMA, 2006



La Cantina Gorgo dell'architetto Filippo Bricolo (Bricolo-Fasarella Associati) viene selezionata per "Premio Giovani architetti 2006" della prestigiosa Accademia Nazionale di San Luca di Roma dalla giuria composta da Guido Cannella, Giorgio Ciucci, Paolo Portoghesi e Franco Purini. Le opere selezionate vengono esposte presso la sede dell'Accademia e pubblicate in un catalogo

SELEZIONE PER LA GUIDA ARCHITETTURA DEL VENETO, 2005


"Guida Architettura del Veneto (1995-2005)" Piazza-Parco Castelginest a Levada di Piave (Treviso) dell'Arch. Filippo Bricolo è stata selezionata tra le 26 opere più significative realizzate in Veneto dal 1995 al 2005 insieme ad opere di architetti come: Umberto Riva, francesco Venezia, Alvaro Siza, Tadao Ando, Cino Zucchi, Asa Studio Albanese, Peter Eisenman, Massimiliano Fuksas, Aldo Rossi, Silvia Dainese, C+S associati, Cibic&Parteners, Gino Valle. 

Biennale Rizoma, Giovane architettura italiana, 2008


"Biennale ‘Rizoma, giovane architettura italiana" Alcune opere di Filippo Bricolo vengono selezionate ed esposte alla Mostra “Rizoma 2008” a Pontedera. Il 23 maggio 2008, Stefano Boeri, West 8 e 5+1 AA hanno chiuso a Pontedera il ciclo Level 4 Architecture con la conferenza Terzo Paesaggio. Al termine, nella piazza della stazione, è stata inaugurata la mostra-installazione Rizoma, dedicata ai lavori dei giovani architetti italiani risultati dalla selezione operata tra oltre 500 giovani progettisti da Giovanni Bortolozzi, Giulia Fiocca e Katarina Tielsch con il supporto di presS/Tletter.